Chi è il titolare effettivo di una società? | Antiriciclaggio e compliance

Chi è il titolare effettivo di una società?

Prima di introdurre il concetto di titolare effettivo è necessario fare una doverosa premessa sul contesto all’interno della quale viene inserito che ne determina – appunto – l’importanza.

Entro il 2020, tutti gli stati dell’Unione Europea dovranno recepire e adottare all’interno dei loro ordinamenti giuridici la V direttiva in materia di antiriciclaggio.

Questa importante riforma ha come obiettivo l’adozione di nuove misure volte a garantire la maggiore trasparenza delle operazioni finanziarie, delle società e degli altri soggetti giuridici, nonché dei trust e degli istituti giuridici aventi assetto o funzioni affini a quelli del trust, proprio allo scopo di migliorare l’attuale assetto di prevenzione per contrastare efficacemente il finanziamento del terrorismo. 

Chapter 1

Obblighi di verifica

Tra i punti cardine di questa riforma troviamo l’obbligo di verifica della clientela, che consiste nelle seguenti attività:

  • Identificare il cliente e verificarne l'identità
  • Identificare  l'eventuale  titolare  effettivo  e  verificarne l'identità
  • Ottenere informazioni sullo scopo e sulla natura prevista  del rapporto continuativo o della prestazione professionale;
  • Svolgere  un  controllo  costante  nel  corso  del   rapporto continuativo o della prestazione professionale

È all’interno di questo contesto che viene introdotta la figura del titolare effettivo, meglio conosciuta come Ultimate Beneficial Owner (UBO).

titolare effettivo
Chapter 1

Titolare effettivo in pillole

Il titolare effettivo è rappresentato da una o più persone fisiche le cui quote societarie sono superiori al 25%.

Ha potere di nomina sull’assemblea ordinaria ed esprime un’influenza dominante sulla società attraverso il controllo diretto o indiretto.

Il titolare effettivo non è sempre esplicitamente riconoscibile all’interno di una società.

Hai trovato utile questo articolo? Condividilo!